Sabato 15 ottobre si terrà ad Asti un mapping party, un evento legato al progetto OpenStreetMap.

OpenStreetMap (OSM) è un progetto che crea e fornisce dati cartografici, come ad esempio mappe stradali, liberi e gratuiti a chiunque ne abbia bisogno. Il progetto è stato avviato perché la maggior parte delle mappe che si credono liberamente utilizzabili, hanno invece restrizioni legali o tecniche al loro utilizzo e ciò ne impedisce l’uso per scopi produttivi, creativi o inattesi.

OpenStreetMap è simile a Wikipedia, il fine è quello di creare dati geografici invece di un’enciclopedia. I volontari registrano informazioni sul territorio con i propri dispositivi GPS, da immagini satellitari autorizzate o conoscendo bene il territorio che vogliono mappare, e caricano le informazioni, attribuendo ad esse dei valori (tag). Queste informazioni devono essere caricate nel database centrale di OpenStreetMap da dove possono essere ulteriormente modificate, corrette e arricchite da chiunque sia a conoscenza di informazioni mancanti o errori in quella determinata area. I dati possono poi essere utilizzati in svariate maniere. Stampare mappe cartacee, realizzare siti web con la propria mappa, caricare i dati sul GPS/navigatore ed eseguire routing sono solo alcuni degli utilizzi possibili di OpenStreetMap.

Cos’e’ un Mapping Party?

E’ un evento in cui mappatori piu’ o meno esperti si incontrano con chiunque voglia partecipare, per diffondere lo spirito di condivisione della mappa e ottenere una conoscenza condivisa e ampia del territorio in cui si vive o che si sta visitando. I mapping party possono avere qualsiasi forma: possono essere una passeggiata, una biciclettata, un viaggio in auto quando piove, o anche essere fatti totalmente in ambienti chiusi, se si vogliono mappare zone visibili dalle fotografie satellitari. L’evento si suddivide principalmente in 3 momenti:

  • introduttivo: dove brevemente si introduce il progetto OSM e si suddividono le zone da mappare tra i partecipanti
  • mappatura: si esce sul territorio per raccogliere informazioni e dati, aiutandosi con strumenti e cartine fornite dagli organizzatori
  • post-elaborazione dei dati raccolti: ci si ritrova presso una sede di un’associazione, di un’azienda o in un punto in cui sia disponibile una connessione a internet per inserire i dati raccolti, aiutando chi e’ alle prime armi.

Perche’ un Mapping Party ad Asti?

Sebbene nella mappa di Asti siano gia’ state tracciate le vie con relativi nomi, non esistono quelle informazioni che potrebbero rendere la mappa di OSM una fonte di informazioni piu’ completa e fruibile per un utente che non sia solo un guidatore d’auto. Ad esempio mancano dati di interesse turistico quali monumenti e chiese, negozi e farmacie, hotel e ristoranti; oppure punti di interesse di indubbia utilità come telefoni pubblici, fermate degli autobus, parcheggi (a pagamento e gratuiti), giardini e giochi per bambini, bagni pubblici. Non mettiamo limite a quali oggetti possano suscitare l’interesse di un mappatore.

L’appuntamento è per Sabato 15 ottobre alle ore 10 davanti la stazione della ferrovia di Asti, per maggiori informazioni visitate la pagina internet dedicata all’evento

Leave a Reply

Login with Facebook: